Alessia Marcuzzi Carabiniera intervista Vero 2003

Roma, agosto
Sull' attenti! A "Carabinieri 4" arriva il comandante Alessia Marcuzzi. Sparita la Arcuri per chissà quale missione, pensionato o trasferito Pino Caruso (ma la trama è ancora top secret) nella finzione televisiva a dirigere la tenenza di Città della Pieve arriva la bella showgirl e attrice romana. Le riprese, iniziate in anticipo la scorsa settimana, andranno avanti fino a febbraio 2004. La messa in onda delle 12 nuove puntate è prevista su Canale 5 a primavera. Come immaginabile, per la variegata truppa di ben assortiti attori-carabinieri, tutti confermati a partire dai "belli" Ettore Bassi e Roberto Farnesi e con i "simpatici" Paolo Villaggio e Dario Vergassola, l' arrivo del maresciallo Alessia sarà un vero e proprio terremoto.
 Sarà lei infatti sia la "mente" operativa della caserma sia un' audace e intraprendente donna d' azione, forte dell' esperienza accumulata nella serie "Tequila e Bonetti", attualmente in replica la domenica sera su Italia Uno. D' altronde, come ha spiegato il regista della serie Raffaele Mertes, <se il cast si tinge sempre più di rosa, nella realtà anche l' Arma va in questa direzione>. E la Canalis, anche lei nuova arrivata in caserma? <Non vestirà la divisa - spiega Mertes - ma sarà la parente di uno dei carabinieri, e non posso dire di più>. Le storie sentimentali, poi, <non saranno più portanti come in passato e si svolgeranno dentro e fuori la caserma>. Se la bionda Marcuzzi spezzerà il cuore di qualche nuovo personaggio della serie non ancora annunciato (un magistrato?) allora toccherà alla mora Elisabetta fare "disastri" tra i pretendenti in divisa.
 Fino ad ora l' unica "marescialla" ad honorem del cinema italiano si chiamava Gina Lollobrigida, protagonista con l' indimenticabile Vittorio De Sica della saga di "Pane, amore e...". Oggi di autentici marescialli donna nella Benemerita ce ne sono 42 di fresca nomina, a partire dalla 29enne di Trapani Monica Loforese, laureata in Giurisprudenza e attualmente in forza a Sassuolo, che alla stampa locale ha dichiarato: <La Marcuzzi è una brava attrice, per carità; ma se proprio cercate accostamenti mi andremme meglio quello con il maresciallo Rocca, per la sensibilità con cui risolve i casi>.
 E così anche la fiction televisiva si è adeguata. <Prima di accettare - ha spiegato Alessia - ho meditato a lungo. Non volevo rinunciare alle Iene... >. Mediaset ha accontentato in tutto e per tutto quella che sta diventando poco alla volta la primadonna della Rete. Per lei verrà reso più "elastico" il piano di lavorazione settimanale delle "Iene", che come è noto si registra a Milano e andrà in onda solo il giovedì a partire da ottobre. In pratica, il maresciallo Marcuzzi prenderà brevi "licenze" settimanali dal set per condurre, forse assieme a Gianni Morandi, ipotesi ancora molto forte, la trasmissione satirica e di costume di Italia Uno.
 Ovviamente a Città della Pieve, ormai abituata alla presenza della gente del cinema, c'è molto fermento, e anche curiosità. Da quando, quattro anni fa, cominciò la fortunata saga dei "Carabinieri", il numero annuo di turisti è passato da meno di 20mila a oltre 60mila; tutti desiderosi di gironzolare per "quella" piazzetta, e magari andare a prendere il caffè in "quel" bar, dove però non troveranno Vergassola, ovviamente, ma il vero gestore. Alessia Marcuzzi è felice anche perché avrà sempre con sé il piccolo Tommaso, sicura che nella piccola cittadina umbra potrà godere di quel minimo di privacy che il suo ruolo di star della televisione può permetterle. E chissà che festa quando, tra un impegno calcistico e l' altro, anche papà Simone Inzaghi li raggiungerà dalla vicina Roma. Nell' attesa che la bella e serena storia di due "ex" che ormai si frequentano più di quanto facessero quando stavano assieme, si concluda nel migliore dei modi.
Bruno Marzi