Annalisa Minetti matrimonio a Napoli 2005 Vero 2005

Napoli, giugno.
Il matrimonio vip più "blindato" dell' anno? Non occorre girare il mondo degli ultraricchi e famosi, o solo eccentrici, e cercare esotici approdi esclusivi. Accade a Napoli proprio il giorno di uscita di Stop, venerdì 7 giugno, in una chiesa del centro storico di Napoli alle 19 precise. Annalisa Minetti, 24enne vincitrice del Festival di Sanremo del 1998, e Gennaro "Genny" Esposito, 28enne calciatore napoletano, portiere della Puteolana, la squadra di Pozzuoli che milita in C2, coronano il loro amore circondati dall' affetto di pochissimi e selezionati amici e parenti, con le immagini della cerimonia a quanto pare cedute "in esclusiva", come usa sempre più spesso anche per i personaggi nostrani.
 <La data del matrimonio- raccontano amici della Coppia - era inizialmente quella del giorno successivo, sabato 8. Anche la chiesa è stata cambiata, a quanto pare. Lo stesso sacerdote celebrante ha dovuto spostare la cerimonia per ben tre volte... >. Napoli come Beverly Hills, insomma. Di certo è una giornata formidabile non solo per gli sposi ma specialmente per papà Bruno Minetti, graduato della Polizia Stradale, e per mamma Filomena, per la sorellina e il fratello di Annalisa, per gli zii e i nonni di Ostuni, per i pochi amici e collaboratori invitati.
 La festa prosegue poi a cena in un noto ed esclusivo locale di Posillipo, prima della partenza per il viaggio di nozze, che si preannuncia breve ma estremamente "esotico". Per Annalisa si tratta del raggiungimento del vero sogno della sua vita, oltre alla notorietà e a quel successo che negli ultimi anni l' ha baciata di pari passo con l' avversa sorte che stava togliendole mano a mano il dono della vista.
 Ripercorriamo brevemente la storia di Annalisa. Tutto è cominciato solo sette anni fa, con una grande voglia di emergere nel mondo dello spettacolo. La prima volta in televisione fu al "Karaoke" di Fiorello. Vinse la serata a Cerrione(Bi). Poi arrivarono le prime parti da attrice nei fotoromanzi, le serate come cantante assieme al fidanzato sassofonista e poi, per caso, la selezione per "Miss Italia, nel settembre del '97, che la portò in finale e la fece conoscere. Pochi mesi dopo iniziava la "galoppata" canora al Festival di Sanremo con "Senza te o con te" e la vittoria, a cui seguì un cd e la parte da protagonista nel musical "Beatrice e Isidoro". La salute dei suoi occhi però non trovava miglioramenti.
 Poi, nell' ultimo anno e mezzo, tutto è cambiato. Dopo una serie di "sedute" di cura in Italia con uno speciale laser ha fatto seguito il recente e segreto "viaggio della speranza" a Boston per una nuovissima terapia. E lì si perdono le tracce di Annalisa fino a pochi giorni fa. <Io credo molto nel matrimonio - ci aveva confidato tempo fa - provenendo da una famiglia numerosa e molto unita. Voglio sì il successo, per il quale continuerò a lottare, ma non esiterò a rinunce anche gravose per la felicità nella vita privata e per i figli>. Che tradotto potrebbe dire: "Mi sposo, lavoro ancora un po' e poi... Pannolini!".
 Eccola allora a Napoli, lei nata a un passo da Milano ma di origini calabresi, ospite di Alessia Mertz e accompagnata dal fidanzato-quasi marito, visitare la manifestazione "Tutto sposi". Le immagini, e la cosa ci riempie di gioia, la ritraggono più autonoma e a quanto pare con significativi miglioramenti della percezione visiva. Il passo successivo è quello della scelta degli anelli, realizzati apposta dall' esclusivo maestro orafo Gaetano Casillo di "Arcano", gioielliere di fiducia di molti personaggi del mondo dello spettacolo e della finanza a partire da Flavio Briatore. Annalisa ha anche scelto un esclusivo bracciale d' oro per il suo Genny che pare abbia ricambiato a sua volta con un analogo regalo.
 Napoli insomma, con il grande calore e affetto che sa dimostrare, è diventata la nuova casa di Annalisa Minetti. Nulla è però sicuro su dove e per quanto tempo la giovane Coppia abiterà. Infatti, da buon calciatore professionista, anche se senza lo stress degli iperpagati campioni di Serie A, Genny Esposito non conosce ancora il suo futuro, cioè se resterà nelle fila della Puteolana o cambierà casacca, magari, come parrebbe, salendo pure di categoria. Con lui la bellissima Annalisa proverà certamente la gioia più grande per una giovane ragazza: essere per una volta non solo una diva al centro dell' attenzione, ma una persona assolutamente e felicemente normale.
Bruno Marzi