Carla Bruni recensione "Comme si de rien n'etait" Il Gazzettino 2008

Milano
NOSTRO SERVIZIO
Una cover di Francesco Guccini in italiano, "Il vecchio e il bambino", cantata "confidenziale" con il contrabbasso a contrappuntare; e poi, in uno stile che ricorda i Beatles di "Strawberry fields" con quel terzinato leggero, la graziosa "Ma jeunesse". Sono rispettivamente la chiusura e l' apertura del quarto album di Carla Bruni, la "première dame de France" che pubblica venerdì "Comme si de rien n' etait" ("Come se nulla fosse") e che a sorpesa ha concesso ai fan (e ai giornalisti attenti) due ore di preascolto sul suo sito "www.carlabruni.com". In tutto sono 14 brani in stile minimal-chic con dovizia di raffinatezze negli arrangiamenti: "archi" che entrano ed escono dagli incisi, gusto "acustico", o come si direbbe "unplugged" nell' insieme.
 L' impressione è che la 39enne cantautrice-modella e ora moglie di Sarkozy, presidente dei Cugini d' Oltralpe, abbia perfezionato il suo stile cantautorale, con musica porta all' ascolto quasi per caso, trattata però lungamente al bulino da eccellenti collaboratori, e che scivola nel blues, spruzzato di ragtime, come in "Tu es ma came". Uno dei brani più indovinati è proprio "Salut marin" ("Ciao marinaio") che Carla ha dedicato al fratello Virginio tragicamente scomparso tre anni fa e che la Bruni sublima in un motivetto quasi infantile, da carillon.
 La voce esce sempre con una certa melodrammaticità, forse anche perché, non è un mistero, non è tantissima; un po' alla Françoise Hardy degli anni Sessanta. Lo si intuisce anche nel singolo "L' amoureuse" ("L' innamorata") che un po' autobiograficamente racconta la nuova ed eclatante avventura sentimentale della sin qui inquieta e bellissima ragazza torinese di buona famiglia.
 Insomma, forse il disco non passerà alla storia della musica leggera mondiale (la Bruni cantautrice, andando oltre le vendite eccezionali in Francia del primo "Quelq' un m' a dit", non ci sembra nulla di che) ma avrà un ritorno di stampa sicuramente memorabile. Non sono previsti appuntamenti promozionali in Italia, almeno in tempi stretti, anche se certamente qualcosa succederà, visto l' interesse planetario e non solo musicale nei confronti del personaggio. Carla Bruni, noblesse oblige, ha già annunciato che non farà un tour di presentazione dell' album, almeno non ora. Anche perché anzichè affidarsi alle normali bodyguard delle rockstar sarebbe costretta a mobilitare servizi segreti e Guardia repubblicana da opporre a pacifici fan.
Bruno Marzi