CSI intervista Ferretti-Marroccolo "Ko del Mondo" Il Gazzettino 1994

Milano
NOSTRO SERVIZIO
Dodici canzoni registrate in Bretagna, un video da digestivo Antonetto - si sa: è il loro stile - e i Csi, ex CCCP - cioè Ferretti, Zamboni e Soci, più l' ex Litfiba Marroccolo, Canali, Magnelli, Gerbi e Gulli - si ripropongono per il primo album con la Phonogram, multinazionale discografica poco invasiva. Il disco si intitola "Ko del mondo" e promette di essere, more solito, molto stimolante.
 "Ci siamo trovati in un posto bellissimo - spiega Ferretti - a settecento metri dal mare. Noi volevamo registrare in Belgio: un posto tetro dove la gente va solo a lavorare... Poi è arrivata la Phonogram, e ci ha portato al sole!". Sole e concerti, con partenza da Pisa, il 7 aprile, e tappa al Rototom, a Gaio di Spilimbergo, il 15. "Si tratta di spettacoli molto "puliti" - spiega Zamboni - con la musica in primo piano. Della parte teatrale dei CCCP abbiamo mantenuto poco; le vecchie canzoni, invece, sono rimaste".
 Continua Giovanni: E' venuto fuori un disco duro, con molte parole da gridare, e ci sembra che lo spettacolo debba rispecchiare questo stato d'animo. In un paese in cui, finalmente, anche la Dc sembra cambiare, possiamo farlo anche noi... Ci interessa la musica e la sperimentazione, e ci piace anche produrre strani artisti, "scartati" dagli altri, che però hanno un buon potenziale se guidati bene in studio. In più, promettiamo ai discografici di non cambiare nome per qualche anno, e rimanere il Consorzio Suonatori Indipendenti!".
 Tramite l'etichetta "I dischi del mulo", Marroccolo è anche produttore di Ustmamò e Disciplinatha - ma non dell'album di Fatur, ex CCCP, che giudica "al di sotto delle sue capacità e mal missato" - ma anche di Timoria e Statuto, in quel di Sanremo. Alla vigilia del Festival, il commento è inevitabile: "Io non salirei mai su quel palco, ma per chi lo fa è un'esperienza terribile. C'è chi crede di giocarsi tutto, c'è la mafia... Si gioca con la vita umana, insomma". Ferretti: "Io non ce la faccio a guardare Sanremo; l'ho fatto solo una volta, perchè i miei amici erano nell'orchestra. Che fatica: per resistere ho dovuto farmi un mucchio di "canne"!".
B.M.