Dionne Warwick intervista e show a Campione d'Italia Il Gazzettino 2008

Campione d' Italia
NOSTRO SERVIZIO
Un po' come a Montecarlo, nell' enclave italiana in Svizzera(una donazione alla Chiesa del Cinquecento) si inventano spazi in altezza per sopperire alla mancanza di metri quadrati. Il nuovo Casino Municipale, completamente rinnovato in stile "Las Vegas per famiglie" dopo i problemi anche penali di alcuni amministratori pubblici legati anche a Vittorio Emanuele di Savoia, è così un casermone alto e a suo modo affascinante che accoglie gioco, divertimento e spettacoli. L' altra sera, nel corso di una cena di gala nel salone delle Feste, Dionne Warwick ha inaugurato il nuovo tour italiano che, stasera al Sistina di Roma, la vedrà chiudere il 15 gennaio al teatro Rossetti di Trieste.
 Lo show, visto anche quest' estate a Strà, è un tripudio di successi assoluti firmati da Burt Bacharach e cuciti addosso alla voce unica ed evocativa di qusta bella signora dalla pelle ambrata. Non manca però il tributo a quella terra di Bahia ("Ascolto solo musica brasiliana. Di quella che va oggi non mi frega niente", ci confessa) che da anni la ospita dopo la "fuga" dall' "insopportabile Las Vegas di oggi". Il tutto, da "Close to You" a "Brasil" e ritorno, con "Neve Fall in Love Again", "Walk on By", "Don't Make Me Over", "Heartbreaker" e altri grandi hit, filtrato da sonorità jazzy molto attuali merito del solido quintetto che l' accompagna, e dalla voglia comunque di essere attuale.
 "Tornerò prossimamente a laborare con Bacharach e il suo staff", racconta Dionne prima dello show. E poi si lascia andare al ricordo delle tante apparizioni italiane, tra le quali due Festival di Sanremo in gara, '67 e '68, e poi come ospite nell' 83. "Ricordi meravigliosi - sottolinea - perché in Italia mi sono sempre trovata bene. Ho letto che qualcuno vorrebbe che fra cinque anni il Festival non ci fosse più (dichiarazione del presidente della Fimi Enzo Mazza. Ndr) e mi sembra un' assurdità. Sarebbe una cosa orribile, perché il Festival ha sempre dato ai giovani talenti la possibilità di uscire fuori".
 Ufficialmente, la Warwick non è attesa come ospite quest' anno, ma il manager veneziano Francesco Sanavio fa intendere che la porta è socchiusa. C'è la possibilità di un "super trio" con Patti Labelle e Gladys Knight, per anticipare così un progetto di tour previsto per ottobre 2008. Poi Dionne spreca elogi per Michael Boublè e Mario Biondi ("Il duetto con lui l' ho fatto, ma al Concerto di Natale in Vaticano". Glssa però su quello annunciato proprio a Strà la scorsa estate, o forse non ricorda) e ricorda di aver lavorato anche con Mariella Nava.
 Le chiediamo infine, lei da sempre in prima linea nelle battaglie civili negli Stati Uniti e nel Mondo (nell' 86 con Stevie Wonder per "That' What Fiends Are For" per la lotta contro l' Aids) cosa pensi del successo di Obama nelle "primarie" dell' Iowa. "E' una persona stupenda e ha sicuramente la possibilità di vincere, così come Hillary. Io voto democratico e voglio che questa volta alla Casa Bianca vada un democratico".
Bruno Marzi