Festa Medioevale con figuranti a Cisliano Il Gazzettino 2002

Cisliano(Mi)
NOSTRO SERVIZIO
La signora Arduina sbriga le faccende di casa, pardon "di tenda", in qualità di figurante del "Serenissimo Tribunale di Venezia" del 1480. Nella finzione vive la vita semplice del Medioevo: "Ci divertiamo ogni fine settimana. Oggi siamo qui e  prima a Firenze... ". Nella vita reale invece è dirigente di una grande Azienda di servizi. E' nata alla Giudecca e di conseguenza confessa che migliore finzione storico-ricostruttiva non avrebbe potuto pensare. Come tanti altri, pare tantissimi in Italia, si svaga e si aliena dalla frenesia quotidiana (anche se videocamere e telefonini spuntano da sottane di iuta e corazze da battaglia) partecipando alle ricostruzioni storiche, veri diorami viventi, dell' Associazione "Storitalia", che nello scorso weekend ha tenuto il primo raduno nazionale nel verde di una tenuta-maneggio-ristorante alla periferia di Milano.
 E così troviamo accampamenti medioevali veri e propri, con fabbri, mastri d' ascia, contadini che si siedono al desco e mangiano torte di farro e miglio. Tra loro ci sono laureati in chimica come Gianluca e laureande in filosofia come Giulia, ma anche maghi dell' informatica che per qualche giorno abbandonano il desk per passare al pagliericcio e al falò. Si organizzano in gruppi di "archeologia ricostruttiva" come appunto i toscani "Aper labronicus" (cinghiale livornese) oppure come fan di specifici reparti militari. Così la "Decima Mas" è affidata ad Andrea, che confessa di avere già scritto quattro libri sull' argomento e poi ci mostra le false ferite mentre si abbassa su una falsa trincea dell' ultima Guerra.
 Negli atteggiamenti di queste persone, va detto chiaramente, non abbiamo riscontrato nessuna retorica guerrafondaia (specialmente per chi si ispira a tempi più recenti, come la Seconda guerra mondiale) ma una sana, forse un po' anche goliardica, voglia di fare qualcosa di inusuale contribuendo anche a una seria ricerca storiografica. Dietro ogni tenda, vasellame, costume o atteggiamento, in certi casi anche linguaggio, si riconosce una lunga ricerca e studio. Non a caso spesso questi appassionati sono gli stessi che partecipano a giochi di ruolo viventi, con tanto di battaglie e avvenimenti storici ricostruiti con precisione anche se "in miniatura".
 Il successo di pubblico (entrata gratuita e piccolo mercato di oggettistica a margine) e gli occhi sgranati dei bambini davanti a un vero carroarmato Sherman che si muove e spara a salve la dicono lunga. I duelli con lo spadone fanno intuire che alcune di queste persone abbiano trasformato la passione in lavoro, come stunt nei film di costume o Maestri d' arme più o meno improvvisati. E' in arrivo anche la codificazione in sport dei duelli storici. Esperimenti in questo senso avvengono già nel Trentino.
 Con il Medioevo insomma si può non solo vivere ma diventare benestante. Il caso di Arduino, che vive in un castello nella campagna di Todi, è esemplare. Signore di mezz' età dal piglio giovanile, Arduino è considerato il migliore fabbro e costruttore di armi storiche in circolazione. Recentemente ha lavorato con Pupi Avati per "I cavalieri che fecero l' impresa" e da poco ha ultimato il lavoro per il "San Francesco" con Raul Bova, per cui non solo ha realizzato armi ma anche crocifissi in metallo di foggia mediorientale.
 A sentire gli organizzatori "Storitalia" raduna circa 300 Associazioni ed è in continua crescita. Numerose le riviste specializzate e gli appuntamenti non solo in Italia ma in tutta Europa e in particolare nel Nord, dove la passione per le tradizioni è ancora più forte. Dal passato al futuro, nel prossimo weekend toccherà alla convention dei fan di Star Trek (il club ha sede a San Michele al Tagliamento) che si terrà Bellaria (Fo) e vedrà per la prima volta la presenza di Leonard
 Nimoy, alias il mitico Dottor Spock. Lunga vita e prosperità, ovviamente.
Bruno Marzi