Luciano Pavarotti & Friends presentazione intervista Il Gazzettino 1999

Milano
NOSTRO SERVIZIO
Gran parata di personalità, tutti in fila e con le loro buone ragioni da raccontare, a partire dalla dottoressa Laura Boldrini, con le ultime e drammatiche notizie dal Kossovo. C'è anche il direttore di Raiuno Zaccaria per la presentazione di "Pavarotti and Friends '99", in programma a Modena, il primo giugno, al parco Novi Sad, con diretta su Raiuno presentata da Milly Carlucci e contemporanea su Radio Dimensione Suono. Luigi Martelli sarà il regista delle diretta (12 telecamere a disposizione) mentre Spike Lee curerà la versione internazionale (4 telecamere supplementari).
 La causa sposata quest' anno è quella dei bambini del Guatemala, con la supervisione del premio Nobel per la Pace Rigoberta Manchu, a cui si è aggiunta un' analoga iniziativa per il Kossovo. Gli sponsor, a partire dal Monte dei Paschi di Siena, hanno accettato di buon grado il raddoppio dell' impegno economico. L' anno scorso, tra offerte (il conto è 10031 sul MPS di Modena), diritti televisivi e disco live il Fondo Pavarotti ha messo a disposizione di "Warchild" oltre 5 miliardi. Per saperne di più c'è un sito Internet: "www.lucianopavarotti.it".
 Con "Lucianone", in buona forma e disponibile, ieri alla Società del Giardino di Milano c' erano gli artisti Gianni Morandi, Renato Zero e Alex Britti, quest' ultimo felicemente sorpreso dall' invito, sicuramente caldeggiato dalla sempre attenta Nicoletta Mantovani, molto graziosa in un tailleur rosso e con i capelli più corti del solito. <Con Gianni Morandi - spiega il Maestro - canterò un suo grande successo degli anni Sessanta scritto da Enriquez e Zambrini: "Se non avessi più te". Mi ricorda molto la mia Nicoletta... Anzi, gliela dedico con tutto il cuore! L' unico problema è che è un po' difficilotta da cantare... >.
 In gran forma, dicevamo, e molto colpito dalla tragedia kossovana, attorno alla quale, mai come quest' anno, ha saputo raccogliere un cast d' eccellenza assoluta. Nel dettaglio, con la regìa tecnica di Michele Centonze e Phil Ramone e la direzione dei maestri Leone Magiera e Josè Molina, si esibiranno nei duetti i Boyzone con "No matter what", Mariah Carey con "Hero", Joe Cocker con "You are so beaufiful" (Alex Britti alla chitarra), Gloria Estefan "Fiorin fiorello", "Michael Jackson "La mia canzone al vento", B.B. King "The trill is gone", Ricky Martin "Mamma", Gianni Morandi "Se non avessi più te", "Laura Pausini "Tu che mi hai preso il cor", "Renato Zero "Il cielo", Zucchero con B.B. King e Lionel Ritchie con un brano inedito.
 <Mai come quest' anno - spiega Pavarotti - sono riuscito a imporre il mio repertorio agli artisti. Con Jackson se ne parlava da tempo, ma è difficile far interpretare una semplice canzone a uno che di ogni brano fa un balletto o un film... Lui verrà da me il primo giugno e io ricambierò il 27 per uno spettacolo benefico a Monaco di Baviera. Che dire poi di Morandi, che corteggio da anni, e di un grande artista come Renato Zero? Devo dire che, guardando al passato, l' "arruolamento" più complicato è stato quello di Bono, che non conoscendo l' iniziativa diffidava un po' a prestarsi. Abbiamo avuto, Nicoletta e io, anche male parole con il suo manager. Poi è nata "Miss Sarajevo", una grande canzone, una grande amicizia e la scoperta di "Warchild">.
 Chiedono anche al Maestro di quella storia di tasse per oltre quattro miliardi e mezzo, edella recente condanna. Lui risponde volentieri: <E' dall' 83 che ho residenza a Montecarlo. Possibile che sia un problema solo adesso? E' facile fare i titoloni sulle taase degli artisti... Io pago sempre il 33 per cento di tasse sul mio lavoro, e lo pago dove mi esibisco. In più, mi stanno chiedendo un ulteriore 15 per cento in Italia. Se devo pagare pagherò, ma prima voglio farmi sentire dal Fisco personalmente. Io non sono un evasore, anzi! Di più: confesso che per me è sempre stato difficile portarli i miei capitali in Italia; altro che esportarli!>.
Bruno Marzi