Negrita intervista album "Reset" Il Gazzettino 1999

Milano
NOSTRO SERVIZIO
E' cominciata giorni fa da Roma la lunga rincorsa "live" dei Negrita al grande appuntamento con l' "Heineken Music Festival" di Imola, il 19 giugno. Forti del nuovo cd "Reset", che contiene il singolo "Mama maè", dalla colonna sonora del recente film di Aldo, Giovanni e Giacomo "Così è la vita", trionfatore ai botteghini, i cinque musicisti di Arezzo si esibiranno anche il 7 maggio al Rototom di Pordenone e il 15 al Teatro Tenda di Verona. "Sicuramente - spiega Pau - il biondo cantante della rock band - l' esperienza cinematografica ci ha dato una riconoscibilità diversa e una maggiore esposizione nei confronti del pubblico. Per il resto, noi ci consideriamo volentieri dei "provinciali", ai margini dei meccanismi commerciali della musica, e felici di esserlo... ".
 Il connubio rock e comicità funziona? Pau racconte com'è andata con i comici lombardi: "Inizialmente c'era in noi una certa titubanza al progetto. Poi abbiamo capito la maniera intelligente dei Tre di concepire la loro comicità. Volendo fare un paragone, loro sono molto "rock-blues"... In fondo, il film è un insieme di sketch, e un disco è un insieme di canzoni. Poi abbiamo pensato di lavorare contemporaneamente sulla colonna sonora del film e su "Reset", ma in maniera tecnicamente opposta. La cosa ha funzionato egregiamente. Per il film abbiamo usato suoni molto "diretti", come la chitarra "slide" per commentare certe situazioni. Tutto molto "analogico" e legato alle nostre origini".
 "Per contro - continua - il disco di canzoni è stato realizzato a Firenze con tecnologie digitali, e il suono è venuto fuori compatto, forte". Già: Firenze. "Artisticamente - spiega Pau - è finito il momento della creatività degli anni Ottanta, con gli stessi Litfiba e tutti i gruppi che ruotavano attorno all' etichetta "Ira", ma anche le mostre d' arte e l' Arci portata avanti da Bruno Giulini. Noi ci sentiamo figli di quella generazione, e perciò andiamo avanti coerenti con la nostra musica, senza eccessive concessioni alla moda. Crediamo che il rock italiano di oggi debba molto e Pelù e Soci".
 "Reset" è un insieme di canzoni rock, tra il "beat" prepotente e la ballata d' atmosfera. I testi, poi, sono molto funzionali alla musica. "Ovviamente - conclude il leader dei Negrita - non canterei mai cose senza senso... Noi teniamo molto ai "messaggi", o più semplicemente ai momenti di vita vissuta che raccontiamo nelle canzoni. E' vero anche che ho sempre considerato l' uso della mia voce come quello di uno strumento all' interno della band. D' altronde, io stesso inizialmente suonavo il basso, prima di diventare il cantante. Così abbiamo sempre considerato il nostro lavoro come quello di cinque strumenti musicali che devono andare d' accordo!".
Bruno Marzi