Nek intervista film "Laura non c'è" Il Gazzettino 1997

Milano
NOSTRO SERVIZIO
Laura, forse, non c'è ancora, ma Nek certamente sì. Mentre ragazze assetate di gloria si scannavano a Roma per assumere le sembianze dell' immaginaria Musa del cantautore di Sassuolo, lui stava con Paola Turci sul palco milanese del "Propaganda" per "Night express" (in onda l' 11 novembre, alle 23.15 su Italia Uno). Un "tradimento", insomma. "Sono onorato che mi abbiano chiesto di recitare la parte del protagonista del film che porta il nome della mia canzone - ha confessato - ma per adesso mi sento un cantante e autore, e non un attore!". Con i piedi ben per terra, lui che di nome fa Filippo Neviani e con i soldi guadagnati si è comprato un grande trattore ("per non dimenticare da dove vengo") Nek si gode il grande successo arrivato dopo molte traversie, condite da madornali errori di marketing, come quello, anni fa a Sanremo, di spacciarsi per antiabortista convinto; lui, ragazzo normalissimo dalla grande provincia emiliana.
 Ecco allora che l' idea del film, a cui il musicista offre cinque tra le più famose canzoni del suo repertorio, riprende per la verità il bel video dei A-ha, gruppo scandinavo molto noto una decina di anni fa, in cui fumetti e realtà si mescolavano nel nome dell' amore. E' questo il succo del film "Laura non c'è", che andrà in lavorazione nei prossimi giorni, con protagonista maschile l' australiano Nicholas Rogers, già nel cast di "Fantaghirò 3 e 4". Il tutto naturalmente sarà farcito dalla musica, come usava una volta con le favolette di Gianni Morandi, Al Bano e Little Tony, che incassavano moltissimo e ancora oggi riempiono i palinsesti estivi delle televisioni.
 Non è detto, comunque, che Nek non appaia nel film in una piccola parte. "Non escludo del tutto l' ipotesi di fare l' attore - ha commentato - ma non adesso o prossimamente. La musica è al centro del mio interesse, e nel mio futuro c' è un nuovo album". Nel frattempo, per le telecamere di Italia Uno, con l' ex "Miss Italia" Arianna David come ospite, Nek propone tutti i grandi successi della, per così dire, sua seconda carriera: "Vivere senza te", "Tu sei tu sai", "Sei grande" (con Paola Turci. che poi propone "Lei non c'è"). Bella anche l' incursione di Filippo nel repertorio di Paola con "Sai che è un attimo", mentre il finale è per "Fianco a fianco", "Laura non c'è", "Falling in love with you" di Elvis e la conclusiva "Dimmi cos'è". Cuoricini in festa; buono lo spettacolo.
Bruno Marzi