Roberto Vecchioni e lo "scherzo" della Rosea Il Gazzettino 2008

ilano
NOSTRO SERVIZIO
C'è rimasto malissimo Roberto Vecchioni nel vedere sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport di venerdì la grande foto del neo-milanista Ronaldinho titolata "Luce a San Siro". Lui, interista sfegatato da sempre e che proprio ai nerazzurri, paragonati nella canzone "Luci a San Siro" a un grande amore, aveva dedicato uno dei suoi primi e più grandi successi, non ha avuto indugi, e dalle vacanze in Salento ("Mi hanno fermato in tre: "Complimenti per Ronaldinho... ". A me? Come dire: "Complimenti per le corna di tua moglie") ha inviato una lettera aperta alla "Rosea", gridando allo "scippo" in piena regola.
 "Ha voluto sfottere - citiamo, indirizzata al direttore - o è solo colpevole dimenticanza? Prendere il titolo di "quella" canzone, nata per l' Inter di Mazzola, Corso, Suarez e stamparlo a piena pagina per l' arrivo di Ronaldinho al Milan! Al Milan!... lui che non sa un ciufolo di cosa sia Milano, di cosa sia  San Siro". Il Professore usa stile da scrittore e tono da Bar Sport, terminando con un elegante, alla fin fine, "ma andate a farvi friggere!". Nota simpatica, tra i messaggi giunti al "sito" della Gazzetta, anche la solidarietà dei milanisti: "Noi avremmo fatto lo stesso".
Bruno Marzi