Rosario Fiorello e la Carrà a Sanremo? Il Gazzettino 2000

Roma, novembre.
<Anche noi abbiamo letto la notizia dai giornali - confida Catena Fiorello, sorella e collaboratrice di Rosario - e, se da una parte c'era la gioia per un impegno che lui attende da anni, dall'altra c' era l' apprensione per una trattativa che, in realtà, non era ancora conclusa... >. Lui, sempre disponibile e cordiale, si scusa ma, vista la delicatezza del momento, ci parlerà ufficialmente solo tra qualche giorno, per commentare quella che, scoppiata come una bomba pochi giorni fa, grazie ad una indiscrezione, è diventata subito la notizia più importante della stagione televisiva: Fiorello e la Carrà al Festival di Sanremo del 2001.
L' unione fa la forza, insomma, con il dominatore delle piazze italiane, assieme alla Marcuzzi con il "Festivalbar", a condurre lo spettacolo più importante dell' anno assieme alla Signora della Televisione, la mitica "Raffa". Per la showgirl romagnola Sanremo è il sigillo di una carriera unica e irripetibile, da fuoriclasse, e il giusto riconoscimento della Rai a un' artista internazionale amatissima dal popolo televisivo. Solo la Goggi, prima di lei, presentò il Festival da conduttrice principale.
<Rosario non sarà di certo il suo "valletto", come qualcuno ha scritto, causandogli molta amarezza - spiega Catena - ma ci saranno ruoli e compiti molto precisi. Non solo Rosario ha chiesto precise garanzie alla Rai sul suo ruolo, ma anche la stessa Raffaella. Tra di loro, ovviamente, non ci sono problemi. Sono molto amici e, cosa non secondaria, grandi professionisti>.
Una scelta che qualcuno ha voluto far nascere tra le polemiche (lo stesso Baudo ha parlato in termini non lusinghieri) ma Fiorello e la Carrà presentatori del Festival di Sanremo, dopo aver lavorato già assieme in "Carràmba che fortuna!", garantiscono originalità e fantasia il primo, professionalità e grandissimo carisma la seconda. E potranno contare su superospiti come Madonna, di ritorno all'Ariston dopo solo due anni, e Michael Jackson, "asso nella manica" della Rai per combattere la concorrenza del "Grande Fratello" che, come annunciato dal figlio di Berlusconi Piersilvio, contrasterà la rassegna canora negli stessi giorni sugli schermi di Canale 5. La Rai risponderà con Ramazzotti e Antonacci superospiti, la partecipazione straordinaria di Celentano ("prove generali" per il Festival del 2002, che vorrebbe condurre e organizzare?) e volti vecchi e nuovi della canzone italiana, tra i queli, per la prima volta, gli amatissimi Nomadi.
Tanto per fare le "prove generali" del Festival, la stessa Madonna, che in questi giorni ha tenuto uno show a Londra (diffuso su Internet dalla Microsoft, che ha sborsato la cifra-record di 90 miliardi), sarà sabato prossimo, 2 dicembre, ospite proprio di "Carràmba che fortuna!", programma che, a giudicare dagli ascolti in calo per la concorrenza di "Ciao Darwin!", vede nell' arrivo della signora Ciccone, e nella solita pioggia di miliardi per i fortunati vincitori di Lotteria e concorsi.
Nel frattempo, il mitico "Fiore", che fu in gara come cantante a Sanremo qualche anno fa senza lasciare il segno, vive con entusiasmo il momento magico non solo della sua carriera, ma della vita personale. E' ancora la sorella Catena che racconta: <Con la fidanzata Susanna Brano va tutto a gonfie vele, e sicuramente arriverà anche il matrimonio, anche se non c'è ancora una data fissata. Come sorella sono molto felice: era ora,a quarant'anni suonati! Se poi ci saranno i nipotini, meglio ancora!>.
Rosario aveva apertamente espresso la volontà di mettere su famiglia seriamente già alla finalissima del "Festivalbar", a settembre all' Arena di Verona, invitando dal palcoscenicola bella Susanna a sposarlo e dargli un figlio. E lei, divertita e sorridente, con in braccio la piccola nata da un precedente legame, a fare "Sei matto!", gesticolando con le braccia. Testimoni: i 20mila in Arena e i milioni davanti al televisore. Bello stabile, insomma, tendente al "bellissimo".
Tornando al lavoro, Catena Fiorello parla del varietà televisivo che Rosario condurrà per la Rai a partire da gennaio: <Va tutto molto bene, anche se la trasmissione non ha ancora un titolo definito. Sarà un vero e proprio varietà, con musica e ospiti, e i monologhi di Rosario, che si sta preparando con grande serietà. Sa, in passato non sono mancate le delusioni, e quindi ha imparato ad andare avanti con i piedi di piombo. Sarà un programma bellissimo, così come divertente e originale sarà la sua conduzione al Festival!>.
Bruno Marzi