Striscia la Notizia 2009 presentazione Il Gazzettino 2008

Milano
NOSTRO SERVIZIO
E' "la voce della supplenza" il sottotitolo della nuova "Striscia la Notizia" che parte lunedì dopo il Tg5 serale "e fino alle 21.08, sperando che dall' altra parte non allunghino...". Antonio Ricci fa il solito, divertente e affabulatorio "one man show", e la conferenza stampa diventa quello che è sempre stata, cioé una rimpatriata di "complici" all' insegna della dissacrazione organizzata, sotto forma di tg satirico. Le certezze: "Greggio e Iacchetti alla conduzione, con la Michelle (Hunziker ovviamente Ndr) dopo la Befana e Ficarra e Picone dopo Pasqua. E sarà così per i prossimi venti, venticinque anni". E ricorda "Paperissima" a novembre con Michelle e Gerry Scotti, "e forse qualcosa alla domenica ma non si sa ancora".
 Le nuove veline Federica Nargi e Costanza Caracciolo fanno bella mostra di sè ("Quest' anno erano molte quelle brave. La finale di venerdì ha fatto dieci milioni di spettatori con percentuali di share bulgare oltre il quaranta per cento") pronte a scappare via per registrare le telepromozioni e provare i primi "stacchetti". Greggio si becca una standing ovation per la sua interpretazione nel film di Avati recentemente presentato a Venezia; ma Ricci non resiste: "Lo sapete perché alla fine muore sul tram? Per non pagare il biglietto... ".
 Iacchetti è contento perché il "corto" da lui diretto, "Pazza di te" (la storia di una ragazza madre che ha un figlio down) verrà premiato al festival di Milano "unico film italiano e già rifiutato da tutte le altre mostre... ". Poi, per non essere da meno dell' amico Ezio, spiega che anche lui ha fatto un ruolo drammatico in un film che uscirà a novembre: "Drammatico ma grottesco. Si intitola L' ultimo Crodino" ed è la vera storia del rapimento della bara di Enrico Cuccia ad opera di due disgraziati della Val di Susa. Io sono uno dei disgraziati "Pesc", mentre Ricky Tognazzi è "Crodino", da cui il titolo... Poi da febbraio sarà Giacomo Casanova in un musical".
 L' Enzino si arrabbia, quando gli ricordiamo quanto surreale e geniale sia la sit-com "Medici miei" con Giobbe Covatta ed Elisabetta Canalis: "La stanno massacrando. Prima programmata e poi tolta perché faceva il sette per cento. E adesso tagliuzzata che non si capisce niente e replicata ogni cinque minuti. E pensare che siamo stati per un mese in un vero reparto ospedaliero... ". Ma, felice di lavorare con Covatta, farebbe subito una seconda serie. Chiedono poi a Ricci di Grillo ("Bollito lui? I comici hanno mille vite. E poi è solo un problema di eccessiva esposizione. Lui sa cosa fare") di Mammuccari a Striscia ("Con lui vorrei fare un altro programma") e Chiambretti ("Vent' anni fa l' avrei visto come inviato").
 La nuova Striscia, anno Ventuno, allora? Ricci presenta le portate: "Per lunedì abbiamo uno "scooppone" che riguarda il nostro Parlamento. Se non ce la faremo a chiudere il pezzo manderemo un po' di Tapiri. Abbiamo una nuova sigla, "Grembiulino... e vai!", e un nuovo super-eroe, Super Bottom  (Super sedere) che "casualmente" ha le iniziali di un noto politico. Il nostro eroe andrà ad ingraziarsi i politici. Però, tanto è grosso dietro, tanto è piccolo davanti". Ballantini farà Maroni e ci saranno nuovi inviati. Gli argomenti? I fuori onda della Toffanin e di fede? I casi economici e l' Alitalia? "Nei tempi e nei modi giusti, e con l' occasione giusta, faremo tutto, come sempre. Andremo a vedere dove è finita l' immondizia di Napoli, magari sotto un "tappetone" del Governo, di Bassolino, della Iervolino o della Camorra. Tutto quello che viene generato dalla televisione è materia suina. Noi da bravi norcini faremo i nostri insaccati".
Bruno Marzi