Torna l' Akoustic Band di Chick Corea con John Patitucci e Dave Weckl Prima data a Villa Arconati e successone

Da sempre Chick Corea mi mette buonumore. Il suo jazz è una forma di entertainment molto liquida. Sarà anche per questo motivo che va così d' accordo con gente come il nostro Stefano Bollani, sempre più "sporco" di Brasile. I Due hanno fatto faville un paio di anni fa per un breve tour a pianoforti opposti. Un po' come aveva fatto il pianista italo-americano negli anni Settanta con Herbie Hancock, trovando platee da rock come a Parigi (il mio pezzo in archivio). A Villa Arconati - tanta gente! - ha riproposto il suo progetto degli anni Novanta con John Patitucci al basso e, adesso Dave Weckl alla batteria. Lo show è jazz puro, con intro, assoli e ritorni in chiusura come da prassi. Corea è rilassato e divertito; ama il nostro pubblico da sempre, ed è pienamente ricambiato. Serata jazz, suoni jazz, pubblico jazz e foto... jazz! Forse un po' imbolsite, ma di farle storte per renderle più "acchiappose" non ce la siamo proprio sentita. Cinquanta in Galleria.