Un anno sul sito ed è già ora di cambiare

Per una non voluta, ovviamente, coincidenza il primo anno online di questo sito, che cade domani 5 febbraio, è in contemporanea con l'inizio dell' ormai vituperato Festivalone one one... Lo rimarco perché questo spazio, che come sapete tra poco diventerà addirittura sontuoso, nasce per una mia esigenza oserei dire "fisiologica" di disotterrare l'ascia di guerra dopo oltre quarant'anni di professione ad alti livelli, di pubblicare sì l'attualità ma anche mettere a disposizione le migliaia di articoli prodotti in carriera per le più disparate testate giornalistiche. E' un'esigenza che il vostro interesse conforta ogni giorno, nell'attesa appunto di diventare tecnicamente un sito "di massa", cioè foriero di grandi numeri che lo rendano anche redditizio. Questo anno è importante, allora, perché i comunque numerosi utenti del sito sono stati dei contatti premium, come si dice. Persone che dall'Italia ma anche da molte parti del Mondo hanno scelto bontà loro la mia idea di giornalismo, non solo musicale, e la supportano. Un sentito ringraziamento a tutti. Dal canto mio, ho cominciato a apprezzare di nuovo questo mestiere, e le ragioni che tanti anni fa mi condussero su una strada piena di soddisfazioni sì ma lastricata di trabocchetti in cui per troppa eleganza - diciamo - son caduto pesantemente. Ma, come sappiamo, così vanno le cosa da un po' di tempo. La soluzione, tanto semplice quanto complicata da perseguire, è quella di coltivare con gli amici - che sareste voi - un orto il più possibile incontaminato da parassiti e parassitismi. Il solo provarci è già un successo. Per aspera...