Vitaminic sito presentazione 1999 Il Gazzettino 1999

Milano
NOSTRO SERVIZIO
Il futuro della musica? C'è chi giura che sarà su Internet, che grazie al sistema di compressione con qualità cd Mp3 permette già oggi di "scaricare" sul computer di casa, e poi masterizzare, un intero album in circa 10 minuti, a seconda della velocità dwl provider e la qualità della linea. Tra poco, con le nuove connessioni a banda larga e il sistema criptato Sdmi, basteranno pochi secondi. Ci credono quelli di Vitaminic (www.vitaminic.it) che hanno messo in piedi il primo "sito" che, allo stesso tempo, permette ai musicisti di promuovere e vendere la propria musica (in maniera legale e pagando la Siae) e rende molti servizi gratuiti al musicofilo. Naturalmente in tempo reale e in tutto il mondo. Sono già nate le "filiali" telematiche in cinque Paesi europei e, prossimamente, sedi reali verranno aperte in Germania e Inghilterra.
 In soldoni, Vitaminic offre un contratto "non esclusivo" agli artisti che vogliano farsi conoscere. Alcuni nomi affermati, come Elio, Casino Royale, Caputo, Antonella Ruggiero, hanno chiesto una "liberatoria" alle proprie Case discografiche per apparire sul "sito". "Le Cinque Sorelle della musica mondiale - spiegano quelli di Vitaminic - si stanno attrezzando per vendere musica in Rete, ma non potranno fare a meno della nostra patnership come ulteriore e qualificato punto di vendita". A pochi mesi dall' esordio, Vitaminic conta oltre mille "contratti" (agli autori va il 50 per cento) che hanno permesso ad artisti sconosciuti, come quelli di "Arezzo Wave" e "Rock targato Italia", sia di fare ascoltare brani "demo" gratuiti sia di guadagnare i primi soldini, sfruttando la curiosità di "navigatori" e collezionisti. E' successo a uno sconosciuto gruppo toscano che ha già totalizzato ben 5mila "contatti-vendita". Sarà veramente il futuro o il "disco feticcio" resisterà a lungo?
Bruno Marzi

Nella foto: Antonella Ruggiero